04 July 2016

120%!

Dopo 2 anni e mezzo lontano dal mondo dell’arrampicata un anno fa ho riattaccato, anzi, mi sono RIATTACATO!!!
In questo anno ho riguadagnato motivazione negli allenamenti, feeling con la roccia e nuovi e vecchi amici trovati/ritrovati.

Riprendere di nuovo il ritmo lavoro e allenamento non è stato semplice, infatti il mio corpo mi dava qualche avvertimento: infiammazione al gomito e puleggia lesionata, tanto da obbligarmi ad un altro, seppur breve, STOP di qualche settimana la primavera scorsa.
…e tra un infortunio e l’altro…allenamento a muerte!
Poi è arrivata la stagione di Gressoney (AO), ho rifatto Balconi fioriti dopo la libera dalla presa rotta, era logico proseguire il link inventato lo scorso anno dai ragazzi, ma non ancora liberato.
Un fine settimana di assedio ed è venuto fuori 120%, 8b+, link tra Balconi fioriti e Progetto Silvio: 45 metri e 120 appigli, intensità non alta ma bisogna tenersi sul pezzo fino alla 120esima presa!!!

Gressoney regala sempre dei fine settimana unici!


16 January 2011

Alien Carnage!

La parte più stressante di questa via è stato trovare le condizioni meteo giuste!
Dopo il fine settimana prima di Natale sono andato a provare Alien, nei primi giorni del 2011.
Si era prefissato con il mio socio di scalata Marchino Ferrario di stare a scalare a Castillon nove o dieci giorni, ma dopo quattro giorni freddi e tanto umidi e aver fatto un tentativo cadendo all’ultimo chiodo, la notte del quinto giorno si inizia con la pioggia!!! Bagnando completamente la falesia!!
Così decido di tornare a casa.
Un paio di registrate al trave e sul pannello e sono pronto, dopo dieci giorni, a tornare con Marchino a Castillon.
Questa volta sole fin troppo, troppo caldo!!! Sabato le prese scivolavano via senza preavviso, ho fatto dei tentativi pessimi!!
Domenica, invece, con un po’ di strategia, ho iniziato a scaldarmi più tardi del solito, facendo il primo tentativo intorno le 15.30, ma il sole era ancora caldo.
Il secondo tentativo l’ho fatto mezz’ora dopo che il sole era calato, così la roccia si era raffreddata quanto bastava e sono riuscito a moschettonare la catena!!!
Alien Carnage si può dividere in due parti:
La prima parte di via è molto strapiombante fisica e atletica con prese medie, fino ad un riposo non comodo, la seconda parte meno strapiombante, più tecnica con prese diverse, biditi e monoditi e prese più lontane!!
Un grazie a Marchino che negli ultimi mesi è il mio socio di fiducia sempre presente per scalare a FIERRO!!!


2010

Itw su “Pareti”

pareti.it


13 november 2010

L’Avaro

“L’Avaro”, 8c+/9a
Tetto di Sarre (ITA)